Deprecated: Methods with the same name as their class will not be constructors in a future version of PHP; SearchEverything has a deprecated constructor in /home/uqghqfwy/public_html/wp-content/plugins/search-everything/search-everything.php on line 96

Deprecated: Methods with the same name as their class will not be constructors in a future version of PHP; se_admin has a deprecated constructor in /home/uqghqfwy/public_html/wp-content/plugins/search-everything/options.php on line 3

Deprecated: Function create_function() is deprecated in /home/uqghqfwy/public_html/wp-includes/pomo/translations.php on line 208

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/uqghqfwy/public_html/wp-content/plugins/admin-branding/assets/redux/ReduxCore/extensions/customizer/extension_customizer.php on line 321

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/uqghqfwy/public_html/wp-content/plugins/admin-branding/assets/redux/ReduxCore/extensions/customizer/extension_customizer.php on line 335

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/uqghqfwy/public_html/wp-content/plugins/admin-branding/assets/redux/ReduxCore/extensions/customizer/extension_customizer.php on line 361

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/uqghqfwy/public_html/wp-content/plugins/admin-branding/assets/redux/ReduxCore/extensions/customizer/extension_customizer.php on line 373

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/uqghqfwy/public_html/wp-content/plugins/admin-branding/assets/redux/ReduxCore/extensions/customizer/extension_customizer.php on line 392

Deprecated: Function create_function() is deprecated in /home/uqghqfwy/public_html/wp-includes/pomo/translations.php on line 208

Deprecated: Function create_function() is deprecated in /home/uqghqfwy/public_html/wp-includes/pomo/translations.php on line 208

Deprecated: Function create_function() is deprecated in /home/uqghqfwy/public_html/wp-includes/pomo/translations.php on line 208
L'ipertensione arteriosa - SCM - Sistema di cura multispecialistico
SCM
Cerca specialista o specializzazione

L’ipertensione arteriosa

Che cos’è l’ipertensione arteriosa e perché è necessario curarla?
L’ipertensione arteriosa è una patologia molto frequente, spesso asintomatica, ma che aumenta sensibilmente il rischio di malattie cardiovascolari. Il suo accertamento è semplice e la terapia è molto efficace, a patto che venga correttamente seguita.
Alcune definizioni
La pressione arteriosa è dovuta ai battiti del cuore che agisce come pompa e che spinge il sangue nelle arterie, consentendogli di circolare in tutto l’organismo. Tra due battiti cardiaci, questa pressione varia tra un valore massimo – la pressione arteriosa sistolica (PAS) – e un valore minimo,
detto pressione arteriosa diastolica (PAD). La pressione è espressa in millimetri di mercurio; la prima cifra corrisponde alla PAS contemporanea alla contrazione cardiaca, mentre la seconda cifra indica la PAD, corrispondente al rilassamento del cuore (ad esempio: 120/70 mmHg). La pressione arteriosa varia normalmente nel corso della giornata e in funzione delle attività fisiche. L’ipertensione arteriosa è definita attraverso un incremento permanente della PAS e/o della PAD, pari o superiore a 140/90 mmHg. Si tratta di una malattia molto frequente, che aumenta con l’età e che viene spesso diagnosticata in occasione di un esame medico sistematico.
Come si misura la pressione arteriosa?
Nello studio medico, la misurazione della pressione arteriosa avviene dopo alcuni minuti in posizione distesa o seduta, applicando il bracciale all’altezza del cuore. Affinché la diagnosi sia certa, si raccomanda di compiere due misurazioni a distanza di alcuni minuti e di controllare entrambe le braccia. L’accertamento dell’ipertensione arteriosa deve essere confermato in occasione di tre visite successive, nell’arco di 3 – 6 mesi. Se i valori sono superiori a 180/110, è preferibile confermarli in occasione di sole due visite ravvicinate, per non ritardare l’avvio della cura.
La misurazione della pressione arteriosa al di fuori dello studio medico permette ad alcuni pazienti di eliminare il cosiddetto “effetto del camice bianco”, legato allo stress della visita.
Due metodi sono possibili: l’utilizzo di un apparecchio di automisura, disponibile in commercio, che consente anche di sorvegliare l’efficacia della cura; la misurazione ambulatoriale della pressione arteriosa (MAPA) continuativa su 24 ore, nelle condizioni di vita quotidiana. Di regola, si ritiene che si possa parlare di vera ipertensione arteriosa quando i valori di pressione misurati a domicilio sono superiori a 135/85.
Una volta diagnosticata l’ipertensione arteriosa, il medico valuterà i rischi cardiovascolari.
Benché la stragrande maggioranza dei casi di ipertensione arteriosa non abbia cause note, è indispensabile condurre alcuni accertamenti.
Il medico dovrà innanzitutto ricercare altri fattori di rischio di malattie cardiovascolari, per potere determinare il rischio cardiovascolare del singolo paziente e scegliere la terapia più adeguata.
I principali fattori presi in considerazione per valutare il rischio cardiovascolare complessivo, sono i seguenti:
– l’età (più di 50 anni per l’uomo e più di 60 anni per la donna);
– il fumo, praticato o interrotto da meno di 3 anni;- antecedenti famigliari di ictus prima dei 45 anni, di infarto miocardio o di morte improvvisa prima di 55 anni del padre o di un fratello parente di 1° grado, e prima dei 65 anni della madre o di una sorella parente di 1° grado;
– il diabete;
– l’ipercolesterolemia.
Quando viene accertata l’ipertensione, vi sono talvolta già presenti complicazioni o malattie collegate: cardiache (ipertrofia del muscolo cardiaco, diagnosticata tramite elettrocardiogramma/ecocardiografia, o angina pectoris), renali (insufficienza renale, presenza di proteine nelle urine), cerebrali (ictus) o restringimento delle arterie degli arti inferiori (arteriti).
In base ai valori della pressione arteriosa, del numero di fattori di rischio connessi e delle eventuali complicazioni, il medico potrà calcolare il livello di rischio del singolo paziente: basso, intermedio o elevato.
Dal rischio alla cura
Il livello di rischio basso è definito da una pressione arteriosa
compresa tra 140-159 e/o 90-99, in assenza di altri fattori di rischio.
Il livello di rischio intermedio è definito da:
– una pressione arteriosa compresa tra 140-159 e/o 90-99, associata ad 1 o 2 altri fattori di rischio,
– o una pressione arteriosa compresa tra 160-179 e/o 100-109, associata a 0, 1 o 2 altri fattori di rischio.
Il livello di rischio elevato è definito da:
– una pressione arteriosa pari o superiore a 180 e/o 110,
– o una pressione arteriosa compresa tra 140-179 e/o 90-109, associata ad almeno altri 3 fattori di rischio, oppure al diabete o all’ipertrofia del muscolo cardiaco,
– o, indipendentemente dal valore della pressione arteriosa, in presenza di una malattia delle arterie del cuore, degli arti inferiori o del cervello, oppure di una malattia renale.
Di regola, per ridurre il rischio di malattia cardiovascolare, si raccomanda di fare abbassare i valori della pressione al di sotto di 140/90. In caso di diabete o di insufficienza renale, l’obiettivo è quello di raggiungere una pressione arteriosa inferiore a 130/80.
Se il rischio cardiovascolare è elevato, occorre iniziare una terapia farmacologia anti-ipertensiva immediatamente dopo la conferma della diagnosi.
Se il rischio è basso o intermedio, si raccomanda innanzitutto di modificare il proprio stile di vita, adottando nuove abitudini (calo del peso, pratica di esercizi fisici, ecc.), in grado di ridurre da sole l’ipertensione. Il medico dovrà rivalutare la situazione dopo 3 – 6 mesi, a seconda che il rischio sia basso o intermedio.
Se l’obiettivo prefissato non è stato raggiunto, verrà prescritta una terapia farmacologia, la quale dovrà essere seguita nel tempo, mantenendo un’alimentazione adeguata e un’attività fisica regolare.

PRENOTA LA TUA VISITA
REALIZZATO DA
Agenzia di Pubblicità e Web - Lecce
Loading...